Seguici su

Calcio Estero

Marsiglia, Balotelli: “Non è sicuro che vada via, fuori dalla Nazionale non solo per colpa mia”

Balotelli Marsiglia

Mario Balotelli è sicuramente uno dei giocatori italiani più discussi per i suoi comportamenti dentro e fuori dal campo.

L’attaccante del Marsiglia ha parlato a Canal+ del suo futuro e del suo rapporto con la Nazionale: “Credo di aver fatto un’ottima stagione nonostante mi critichino ovunque, non sono mica un giocatore che si mette a difendere come Tevez e Cavani. Agli occhi di tanti sembro pazzo ma in realtà sono esuberante, mi piace vincere e alcune volte in campo vado fuori dalle righe. Chi mi conosce sa che sono un ragazzo molto tranquillo nella vita di tutti i giorni. Sono stati gli inglesi ad etichettarmi così ma non ho mai picchiato nessuno. Marsiglia? Non so se resterò ma neanche se andrò via. Vedo che si parla di Brescia ma non è ancora il momento, sicuramente nei prossimi anni vorrò finire la mia carriera nella mia città. Razzismo? Sono sempre uno dei primi a difendere chi è di colore come me, è importante che la gente prenda posizione contro questi comportamenti stupidi da parte di qualche pazzo. Sono assolutamente contrario a questi comportamenti, se vedessi qualcuno insultare un nero o un gay gli tirerei le orecchie. La Nazionale? Non è per il colore delle pelle, ho messo del mio in alcune situazioni ma non credo sia solo colpa mia. Non ho una spiegazione certa ma so solo che non è dipeso tutto da me.”

Rassegna Stampa

Collabora con noi

Facebook

Twitter

Altri articoli in Calcio Estero