Seguici su

News

Quagliarella: “In stanza il poster di Diego: ci ha reso orgogliosi di Napoli”

Fabio Quagliarella Sampdoria

 

Capitano della Sampdoria e protagonista di una seconda giovinezza, Fabio Quagliarella si è raccontato durante una lunga intervista, concessa ai colleghi del Corriere dello Sport. Tanti i temi toccati: dagli esordi alla stagione attuale, passando soprattutto per il suo rapporto con Napoli:

Se da piccolo fossi tifoso? Sì, perché mio papà, mio fratello seguivano il calcio tutto il giorno, tifosi della Juve Stabia e del Napoli. Mio papà aveva due abbonamenti. Nella mia stanzetta c’era il poster del Napoli. In particolare quello di Maradona, naturalmente. E’ stato motivo di orgoglio aver avuto a Napoli un fenomeno del genere. Era una cosa troppo bella. Mio papà lo osannava in qualsiasi momento. Ci ha aiutato ad essere più orgogliosi di essere napoletani.

Era una partita della Juve Stabia, sicuramente. La domenica successiva mio padre mi portò al San Paolo. Lì fu un’emozione bellissima. Guardavo la partita ma soprattutto guardavo tutto il contorno: i tifosi, i colori, il prato, le maglie. Fissavo le facce, le espressioni che la gente faceva ad ogni azione. Non posso dimenticarle. Ai miei tempi c’era solo “Novantesimo minuto” e bisognava aspettare le sei del pomeriggio per vedere i gol, una cosa inevitabilmente fredda. Invece allo stadio era tutto un susseguirsi di emozioni”.

fonte: Corriere dello Sport

 

Rassegna Stampa

Collabora con noi

Facebook

Twitter

Altri articoli in News